Egitto. Morti 29 militari per esplosione autobomba nel nord del Sinai

sinaidi Giacomo Dolzani

Si è registrato oggi l’ennesimo attacco terroristico ai danni delle forze di sicurezza egiziane.
Un’autobomba è infatti esplosa in corrispondenza di un posto di blocco situato nei pressi della città di Sheikh Zuweid, un centro abitato di poco più di 44mila abitanti nel nord della penisola del Sinai, a pochi chilometri dal confine con la Striscia di Gaza ed Israele.
Dopo una stima iniziale che parlava di poche vittime, il quotidiano Al-Ahram, uno dei più diffusi nel paese nordafricano, ha pubblicato sulla sua pagina web un bilancio molto più pesante, in cui il numero di militari morti ammonta a ben 29, ai quali si aggiungono 27 feriti tra civili e soldati presenti sul posto al momento dell’esplosione.
Dopo il golpe militare del 3 luglio dello scorso anno, con il quale fu destituito l’ex presidente, Mohamed Morsi, leader dei Fratelli Musulmani, sostituito da Adli Mansur e, in seguito, dall’attuale Capo dello Stato, il generale al-Sisi, gli attacchi terroristici contro le sedi delle istituzioni e le forze di sicurezza sono diventati sempre più frequenti, nell’ottica di una lotta portata avanti da jihadisti e sostenitori dell’ex leader contro l’attuale governo.

da Notizie Geopolitiche

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...